agenda ANAB 2020-2025: per costruire, abitare, vivere sano e sostenibile

FIRMA LA PETIZIONE per lo sviluppo di una vera transizione ecologica!!


...Continua a leggere

UN SAPERE CONDIVISO di Paolo Rava

#pilloleANAB: Spunti, riflessioni, idee, resilienza nel periodo dell’isolamento


...Continua a leggere

Webinar architettura naturale mediterranea per il miglioramento sismico e II Aperitivo online ANAB

Proseguono gli eventi online ANAB il 27 e il 29 maggio 2020


...Continua a leggere
lunedì, 18 maggio 2020

UN SAPERE CONDIVISO di Paolo Rava

#pilloleANAB: Spunti, riflessioni, idee, resilienza nel periodo dell’isolamento

FIRMA LA PETIZIONE Agenda ANAB 2020-2025: https://www.change.org/agendaAnab2020-2025 


La scorsa settimana ANAB si è attivata con network nazionali, amministrazioni regionali e comunali, associazioni affermando l’importanza della informazione condivisa.

Il tema è la ristrutturazione degli edifici in chiave energetica ora bonus 110%: si daranno scomputi se si fanno azioni per il risparmio energetico con i famosi cappotti con materiali legati alla norma CAM.

Nelle ristrutturazioni possono essere montati internamente o in facciata.….però, però, però..

Attenzione!! Bisogna sapere che i materiali con cui si possono costruire tecnicamente questi presidi possono essere di origine naturale e quindi materiali che nella loro produzione non emettono o poca CO2 nel loro ciclo di produzione.

Materiali rinnovabili di estrazione agricola e riciclabili.

                                                              

foto © andrea dell'orto

 

Oppure materiali inquinanti che consumano molta energia nella loro produzione industriale, come invece ad esempio:

Materiali di sintesi petrolchimica (es.polistiroli e polistireni) che hanno nella loro produzione  questo enorme problema: non si possono

quindi chiamare green perché consumando energia e petrolio anche se riciclati inquinano ( anche se si spacciano green).

Così, per consumare meno energia per riscaldare una casa, e quindi emettere meno CO2 in atmosfera ed abbassare quindi l’inquinamento (di cui il comparto costruzioni è responsabile per il 42%),  si emette prima tutta la CO2 in atmosfera nella produzione dei materiali. 

Un controsenso: coibentare casa per ridurre emissioni e risparmiare energia con materiali energivori e con qualche problemino di emissioni nel loro ciclo produttivo? Quindi appestiamo l’aria da subito?

Una vera follia che nessuno denuncia!! E’ questa green economy?

Si pensa al subito e mai a cosa succederà domani.

Ci si chiede perché allora tutti non usano i materiali ecologici? 

Perchè il materiale di origine petrolchimica risulta meno costoso all’utenti finale, perché i costi ambientali li paghiamo tutti noi con la salute

e naturalmente l’ambiente. 

Ambiente inquinato anche da polveri sottili, che rende più fragili al corona virus i cittadini, con i costi sociali e sanitari che noi tutti conosciamo. 

Obiettivo: rendere sostenibile l’economia!!

Ce ne siamo accorti nelle zone della Pianura Padana dove il problema Covid 19 è ancora più problematico ( e nessuno dice cosa succede al nostro sistema immunitario  che è sottoposto alla sommatoria dell’inquinamento da polveri sottili, aumento della CO2, presenza dei 3G, 4G, 5G , GPS, degli  impianti elettrici, degli inceneritori etc, tutti singolarmente all’interno dei parametri di legge……………..Ma la loro sommatoria?

Noi di Anab abbiamo scritto al Presidente del Consiglio affichè per esempio eliminasse l’IVA da questi materiali in modo che si potesse equilibrare il divario dei costi così da far capire che con  i materiali naturali tutto (comunque già qualcosa immettere almeno il regolamento CAM).

Oppure per esempio almeno mettere un obbligo per i cappotti interni alle abitazioni di usare materiali naturali come fibra di legno, sughero, fibra di canapa e molte altre ancora. 


PAOLO RAVA _ Tecnico Bioedile ANAB-IBN

_______________________________

ANAB architettura naturale

Associazione Nazionale Architettura Bioecologica APS/ETS

       

i: Via Cipro, 30 25124 Brescia   
t: 06 51604667
e: info@anab.it
wwww.anab.it


NOTA: Gli interventi tematici (#PilloleANAB) sono uno spazio aperto al confronto e alla discussione in cui i Soci ANAB possono proporre riflessioni, approfondimenti e proposte, con l'obiettivo di favorire il confronto dialettico all'interno dell'Associazione. Tutti i Soci ANAB sono invitati ad inviare i propri contributi, indirizzando una email con oggetto "Proposta di intervento tematico" a comunicazione@anab.it, contenente un documento in formato doc/odt della lunghezza massima di due cartelle, con allegate eventuali immagini in formato jpg. Gli articoli pubblicati non esprimono necessariamente il punto di vista di ANAB, ma quello dell'autore, nell'ambito del dibattito culturale interno all'Associazione. I testi pubblicati rimangono di proprietà dell'autore, che concede gratuitamente ad ANAB il diritto di pubblicazione illimitato su qualunque media. L'autore inoltre si assume la piena responsabilità del testo pubblicato. ANAB, a proprio giudizio insindacabile, e senza alcun obbligo, potrà decidere di pubblicare solo gli articoli ritenuti più significativi.

SEDE LEGALE via Cipro 30 25124 Brescia - Italia - Contatti: tel. 06 51604667 - fax 06 51882448
PARTITA IVA / CODICE FISCALE 02392730160 - IBAN: IT 40 W 02008 11220 000100461946